“C’è un’atmosfera speciale nell’Accademia Strata: essa racchiude tra le sue mura un’eccitante combinazione di serietà di studio e senso di stupore…”Carlos Bonell

master Carlo Ipata

Carlo Ipata
curriculum

torna alla pagina della masterclass

Carlo Ipata deve la sua formazione musicale nel campo della musica antica ad esperienze presso il Banff Center for the Fine Arts (Canada), il Conservatorio Reale dell'Aja e il Conservatoire Regional de Region di Parigi, dove si diploma all'unanimité in flauto barocco e musica da camera. Dopo alcune collaborazioni con I Sonatori della Gioiosa Marca, I Barocchisti, The Soloist of Catherine the Great fonda l’ensemble AuserMusici con il quale, dal 1997, ha suonato nei maggiori festival di musica antica quali Oude Muziek - Utrech, Festival de l'Abbaye - St. Michel en Thierarche, Festival Valloire Baroque, Festival de Froville, Festival de Laon, Händel-Festspiele - Halle, Zentrum für Alte Musik - Köln, Haendel Konzerthaus - Halle, Berliner Musikinstrumenten Museum, Berliner Tage für Alte Musik, Festival Midis Minimes - Bruxelles, Zagreb Baroque Festival, Festival Seviqc - Turjak, Felicia Blumental Festival - Tel Aviv, International Early Music Festival - San Pietroburgo, Stockholm Early Music Festival, Tropical Baroque Music Festival - Miami, Festival Monteverdi - Cremona, Festival delle Nazioni - Città di Castello, Ass. Scarlatti - Napoli, Cappella della Pietà dei Turchini - Napoli, Amici della Musica - Firenze, Sagra Musicale Umbra, Fondazione Palazzetto Bru- Zane - Venezia, Associazione Antonio il Verso - Palermo, Opera Barga, Festival Grandezze e Meraviglie - Modena, I Concerti della Normale – Pisa.

Ha all'attivo una ventina di incisioni per le etichette Hyperion, Tactus, Symphonia, Arst, Bongiovanni e dal 2014 in esclusiva per Glossa. La produzione discografica dedicata ai concerti inediti per flauto di autori napoletani (Jommelli, De Majo e altri) è stata segnalata dalla prestigiosa rivista inglese Gramophone come Editor’ s Choice. Alla guida di Auser Musici ha diretto il primo allestimento moderno di Opere quali Le disgrazie d’Amore di Antonio Cesti e Gli equivoci nel Sembiante di Alessandro Scarlatti, Il Bajazet di F.Gasparini, Catone di G.F.Handel, Il Girello di J.Melani e recentemente con l'Orchestra del Maggio Fiorentino la Didone di Vinci. In qualità di direttore del Progetto Tesori Musicali Toscani ha collaborato con la facoltà di Musicologia dell'Università di Cremona, l'Università e la Scuola Normale Superiore di Pisa, la Società Italiana di Musicologia. Si dedica con passione alla ricerca ed alla diffusione della musica antica anche come didatta tenendo corsi e seminari presso la New York University, il CNR di Angers, Haydn Konservatorium Eisenstadt e presso Conservatori ed Istituti Musicali pareggiati italiani. E’ attualmente titolare della cattedra di Musica da Camera e di Traversiere presso il Conservatorio Rossini di Pesaro. Vive a Pisa con Celine ed i figli Emma, Francesco e Lucien

torna alla pagina della masterclass

studio van boxel